Sport e Mascherine: come allenarsi in sicurezza?

Fase 2: via libera allo sport

Con l’ultima conferenza stampa del 26 aprile 2020, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha illustrato in cosa consisterà la fase 2 di gestione dell’emergenza Coronavirus. Tra i punti toccati anche lo sport: a partire dal 4 maggio, si potrà effettuare attività sportiva oltre il limite dei 200 metri dall’abitazione. Le nuove disposizioni prevedono, inoltre, il rispetto della distanza di sicurezza pari a 1 metro per l’attività motoria e 2 metri per l’attività fisica.

Sport e mascherine, una relazione complicata

Discordanti i pareri circa l’utilizzo di mascherine durante l’attività sportiva.

Il dott. Luca Speciani, medico e presidente dell’Associazione Medicina di Segnale, ritiene sia possibile evitare di indossare la mascherina quando si è all’aperto e a distanza di sicurezza dalle altre persone.

Sostiene, invece, il dottor Alberto Macis dell’Istituto di Medicina dello Sport della FMSI, che la mascherina risulti controproducente durante l’attività motoria, in quanto crea un ambiente “chiuso” in cui circola una quantità elevata di anidride carbonica. In presenza di uno sforzo fisico elevato, l’organismo si troverebbe in una condizione di carenza di ossigeno, esponendosi a probabili episodi di svenimento o alcalosi.

Dello stesso avviso è il dottor Giacomo Astrua di Medical Facts, importante blog del dottor Roberto Burioni, che precisa infatti la pericolosità di questa pratica perché se il nostro organismo non può svolgere il lavoro a cui lo sottoponiamo, l’unica arma di difesa che ha è quella di fermarsi, volenti o nolenti, e quindi capogiri, fiato corto, mal di testa e anche perdita dei sensi.

Stratos Mask, Joker City, Mask-Easy… le mascherine per allenarsi in sicurezza?

Tuttavia, la mascherina è assolutamente necessaria per proteggere le persone nelle immediate circostanze dai cosiddetti “droplet” ovvero dalle goccioline vaporizzate dal respiro nell’aria, causa del contagio e della diffusione del virus.

Data l’eccezionale condizione di emergenza, diverse aziende del settore sportivo, in particolare quelle specializzate nella produzione di abbigliamento tecnico, hanno iniziato a produrre diverse mascherine specifiche per la pratica sportiva.

Alcuni esempi di queste nuove tipologie sono:

  • JOKER MASK: ideale per il running, ergonomica e lavabile.
  • STRATOS MASK: prodotta dall’azienda La Sportiva, è una mascherina che si adatta a tutte le tipologie di sport, fatta in tessuto con filtro interno sostituibile.
  • MASK-EASY: mascherina della Oxyburn con sede a Brescia, è realizzata con materiali tecnici con trattamento batteriostatico agli ioni d’argento.

Tuttavia la cosa migliore oggi rimane ancora il distanziamento sociale durante l’attività sportiva all’aperto, sopratutto fin quando non si conoscerà l’efficacia di questi dispositivi specifici, aspettiamo quindi i risultati e le esperienze sul campo.

Buona norma oltre al distanziamento è fare sport evitando gli orari affollati, magari portando con se la mascherina al collo e indossarla al bisogno.

…allora non rinunciare all’attività sportiva!

Allenati in sicurezza all’aperto, rispetta le prescrizioni e riprendi in maniera graduale dopo questi giorni di stop